Warning: trim() expects parameter 1 to be string, array given in /web/htdocs/www.studiozanin.net/home/cms/libraries/joomla/html/parameter.php on line 83 Voucher lavoro occasionale | Studio Zanin - Contabilità online - Consulenza del Lavoro online - Rieti - Studio Zanin - Contabilità online - Consulenza del Lavoro online - Rieti | Studio Zanin - Contabilità online - Consulenza del Lavoro online - Rieti

Studio Zanin - Contabilità online - Consulenza del Lavoro online - Rieti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • 1
  • 2
Servizi contabilità online e paghe online

Contabilità

Warning: Parameter 3 to plgContentfile_upload::onPrepareContent() expected to be a reference, value given in /web/htdocs/www.studiozanin.net/home/cms/libraries/joomla/event/event.php on line 67

Voucher lavoro occasionale

E-mail Stampa PDF
Dal 1° dicembre 2008 INPS e INAIL applicano i voucher per prestazioni di lavoro occasionale anche ai settori lavorativi:
  • commercio
  • turismo
  • servizi.

Per quanto invece riguarda il lavoro occasionale nell'ambito dell'impresa familiare, è possibile, al momento, un'applicazione solo parziale. L'INPS si riserva, infatti, di fornire le indicazioni necessarie per la piena attuazione, entro il mese di gennaio 2009.
Di particolare interesse è l'applicazione della disciplina alle prestazioni lavorative degli studenti in determinati periodi dell'anno e per specifici settori di attività.

Settori del commercio, turismo e servizi

La disciplina sul lavoro occasionale di tipo accessorio è stata modificata in sede di manovra economica 2008 che ne ha ampliato l'ambito di applicazione oggettivo e soggettivo e semplificato l'utilizzo da parte dei datori di lavoro.

In merito all'applicazione del lavoro occasionale accessorio a tutte le attività agricole a carattere stagionale svolte da pensionati e da studenti con meno di 25 anni ed alla sperimentazione in occasione delle vendemmie per l'anno 2008, l'INAIL aveva impartito apposite istruzioni alle Strutture territoriali, rispettivamente, in data 4 novembre 2008 e 4 agosto 2008, a seguito delle circolari INPS n. 81 del 31 luglio 2008 e 94 del 27 ottobre 2008.

Concluse tali esperienze con esito positivo, l'INPS, con circolare n. 104 del 1° dicembre 2008, ha riassunto le modalità applicative del lavoro occasionale accessorio ed ha fornito indicazioni in ordine a:

  • Estensione di tale tipologia contrattuale anche ai settori del turismo, commercio e servizi.
  • Periodi di vacanza degli studenti già definiti in sede ministeriale e per i quali è ammesso lo svolgimento di prestazioni occasionali accessorie.
  • Imprese familiari previste dall'art. 230 bis del Codice Civile che operano in tali settori.

Limiti Economici

  • Per il lavoratore, la prestazione di natura occasionale accessoria non può dare luogo, nel corso dell'anno solare, a compensi superiori a 5.000 euro da parte di ciascun singolo committente.
  • Il compenso del lavoratore che ha svolto attività occasionale accessoria è esente da ogni imposizione fiscale e non incide sullo stato di disoccupato o inoccupato.
  • Il limite annuale dell'impresa familiare operante nei settori del commercio, del turismo e dei servizi è pari a 10mila Euro e si riferisce a qualunque prestazione di lavoro occasionale accessorio.

Buoni (Voucher) di lavoro occasionale accessorio

Il valore nominale di ogni singolo buono o voucher è pari a 10 euro, ma sarà disponibile anche un carnet, o buono ‘multiplo', del valore di 50 euro equivalente a cinque buoni non separabili.

Il valore nominale è comprensivo della contribuzione a favore della gestione separata INPS, di quella in favore dell'INAIL (7%)  e di una quota pari al 5% per la gestione del servizio.

Ogni buono-Voucher comprende sia la assicurazione infortuni dell'INAIL, sia il contributo INPS.

Imprese Familiari

L'INPS si riserva di fornire specifiche istruzioni sul regime contributivo e assicurativo del lavoro occasionale accessorio attivato da imprese familiari di cui all'articolo 230 bis del Codice Civile nei settori del commercio, turismo e servizi (comma 4 bis dell'art. 72 del decreto legislativo n.276/2003).

In attesa, l'impresa familiare può avvalersi del lavoro occasionale accessorio, mediante le procedure in vigore (buoni lavoro di tipo cartaceo e telematico), nell'ambito di:

  • Lavori di giardinaggio, pulizia e manutenzione di edifici, strade, parchi e monumenti.
  • Manifestazioni sportive, culturali o caritatevoli o di lavori di emergenza o di solidarietà.
  • Periodi di vacanza di giovani studenti con meno di 25 anni di età, regolarmente iscritti a un ciclo di studi presso l'università o un istituto scolastico di ogni ordine e grado.
  • Consegna porta a porta e della vendita ambulante di stampa quotidiana e periodica.

Adempimenti dei lavoratori

Il flusso procedurale predisposto dall'INPS semplifica gli adempimenti per il committente e per il lavoratore.

I lavoratori interessati a svolgere prestazioni di lavoro occasionale di tipo accessorio per le attività del commercio, turismo e servizi hanno a disposizione vari canali per effettuare il proprio accreditamento anagrafico e, precisamente:

  • Contact center INPS/INAIL (numero gratuito 803.164).
  • Internet, tramite collegamento al sito http://www.inps.it/ nella sezione Servizi online - per il cittadino - Lavoro occasionale accessorio oppure utilizzando l'apposita icona presente nella ‘home page' del sito.
  • Sedi INPS.
  • Servizi al lavoro competenti ai sensi dell' art. 1 lett. g) del D.Lgs. 297 del 2002 che potranno fungere da strutture di assistenza e consulenza nella registrazione. La registrazione verrà effettuata via Internet sul sito internet dell'INPS a nome del prestatore.

Adempimenti dei committenti

I committenti che intendono avvalersi del lavoro occasionale di tipo accessorio, mediante procedura telematica, possono operare, alternativamente, tramite:

  • Contact center INPS/INAIL (numero gratuito 803.164), se sono già presenti sugli archivi ARCA dell'INPS.
  • Internet, collegandosi al sito http://www.inps.it/ nella sezione Servizi online - per il cittadino - Lavoro occasionale accessorio, se sono già presenti sugli archivi INPS e già provvisti di PIN.
  • Sedi INPS, previa esibizione di un documento di riconoscimento (canale obbligatorio se non sono ancora presenti sugli archivi INPS).
  • Associazioni di categoria dei datori di lavoro, firmatarie del CCNL di settore.

Il contact center o le sedi provvedono al rilascio del PIN.

Dopo la registrazione, il committente individua i lavoratori disponibili a svolgere attività di lavoro accessorio e quindi, invia all'INPS (attraverso i canali indicati sopra) la richiesta dei voucher (=buono) contenente:

  • L'anagrafica di ogni lavoratore ed il relativo codice fiscale.
  • La data di inizio e di fine presunta dell'attività lavorativa.
  • Il luogo dove si svolgerà la prestazione.
  • Il numero di buoni presunti per ogni lavoratore.

Con la comunicazione dei dati contenuti nella richiesta del voucher (=buono) il committente assolve contestualmente all'obbligo di comunicazione preventiva all'INAIL (cui l'INPS riverserà tempestivamente l'informazione di inizio dell'attività lavorativa).

Eventuali variazioni dovranno essere comunicate preventivamente e direttamente all'INAIL.

Al termine della prestazione lavorativa, con i consueti canali, il committente deve dichiarare, per ciascun prestatore, l'entità della prestazione svolta.

Gli stessi obblighi di comunicazione all'INAIL si applicano anche nella gestione dei voucher cartacei.

Prima dell'inizio delle attività di lavoro occasionale di tipo accessorio, i committenti devono comunicare all'INAIL mediante contact center INPS/INAIL (numero gratuito 803.164) ovvero tramite numero di fax gratuito INAIL 800.657657:

  • I propri dati anagrafici e i codici fiscali.
  • L'anagrafica di ogni lavoratore ed il relativo codice fiscale.
  • Il luogo dove si svolgerà la prestazione.
  • Le date presunte di inizio e di fine dell'attività lavorativa.

Eventuali variazioni sopravvenute del periodo di lavoro, dovranno essere comunicate all'INAIL, con le stesse modalità, sempre preventivamente.

L'estensione a tutte le attività agricole a carattere occasionale

Dopo l'esito positivo della prima fase di sperimentazione del nuovo sistema di regolazione delle prestazioni occasionali di tipo accessorio in occasione delle vendemmie, il sistema dei voucher o buoni lavoro è stato esteso a tutte le attività agricole di carattere stagionale svolte da pensionati e studenti con meno di 25 anni.
Tale sistema è stato esteso anche a tutte le attività, non solo stagionali, svolte da qualunque lavoratore solo, però, per produttori agricoli che hanno un volume di affari annuo non superiore a 7.000 euro.
Pertanto dal 27 ottobre 2008:

  • il datore di lavoro può acquistare a sua scelta voucher telematici o cartacei, utilizzando uno dei seguenti canali:
    • il sito internet http://www.inps.it/
    • il Contact center 803.164
    • le sedi Inps
    • i Centri per l'impiego
    • le Associazioni di categoria dei datori di lavoro agricolo;
  • il lavoratore può:
    • riscuotere il corrispettivo dei buoni cartacei in contanti, presso qualsiasi ufficio postale
    • solo per quelli telematici: utilizzare la carta magnetica Inps Card che ha anche funzioni di bancomat e borsellino elettronico
    • riscuotere con bonifico domiciliato, presso qualsiasi ufficio postale.

I nuovi voucher

Per semplificare sia le attività di acquisto che quelle di riscossione viene anche introdotto un nuovo buono ‘multiplo', equivalente a 5 voucher del valore lordo all'acquisto di 50 euro (valore netto all'incasso per il lavoratore 37,50 euro).
Il voucher da 10 euro ed il buono ‘multiplo' da 50 euro possono essere usati anche in combinazione tra di loro per determinare l'esatto importo del corrispettivo di una prestazione di lavoro occasionale.
Ad esempio una prestazione di lavoro il cui corrispettivo ammonti a 70 euro potrà essere retribuita con un buono ‘multiplo' da 50 euro più 2 voucher da 10 euro, oppure con 7 voucher da 10 euro.

Le comunicazioni all'INAIL

I committenti che utilizzano queste prestazioni di lavoro occasionale hanno l'obbligo di comunicare all'INAIL prima dell'inizio della prestazione:

  • il luogo ed il periodo della prestazione
  • i dati anagrafici e il codice fiscale propri e del prestatore.

La comunicazione preventiva all'INAIL va fatta anche nel caso di variazioni del periodo di lavoro (cessazione o modifica del periodo).

In caso di acquisto del voucher telematico il committente assolve contestualmente gli obblighi di comunicazione preventiva all'INAIL.

In questo caso, le sole variazioni (cessazione o modifica del periodo di lavoro) dovranno essere comunicate direttamente all'INAIL tramite:

  • il numero di fax gratuito 800.657.657
  • oppure il Contact center INPS/INAIL al numero 803164.

In caso, invece, di acquisto del voucher cartaceo le comunicazioni all'INAIL di inizio, variazione, cessazione delle prestazioni vanno effettuate, sempre preventivamente, tramite:

  • il fax gratuito numero 800.657.657
  • oppure il contact center INPS/INAIL al numero 803164.

L'introduzione dei voucher in occasione della vendemmia 2008

E' partita il 31 luglio 2008 la sperimentazione del lavoro occasionale regolato da voucher o buoni lavoro (vedi circolare INPS n. 81 del 31 luglio 2008).

La sperimentazione riguarda l'esecuzione di "vendemmie di breve durata a carattere saltuario effettuate da studenti e pensionati" (art. 70 D. Lgs. 276/2003).

I committenti che utilizzano queste prestazioni di lavoro occasionale hanno l'obbligo di comunicare all'INAIL, prima dell'inizio della prestazione, il luogo ed il periodo della prestazione, i dati anagrafici e il codice fiscale propri e del prestatore. La comunicazione preventiva all'INAIL va fatta anche nel caso di variazioni del periodo di lavoro (cessazione o modifica del periodo).

Ciascun voucher telematico o cartaceo, acquistato dal committente a 10 euro, sarà rimborsato al lavoratore per 7,50 euro netti.

In caso di acquisto del voucher telematico, disponibile dal 1° agosto sul sito dell'INPS, il committente assolve contestualmente gli obblighi di comunicazione preventiva all'INAIL. In questo caso, le sole variazioni (cessazione o modifica del periodo di lavoro) dovranno essere comunicate direttamente all'INAIL tramite il numero di fax gratuito 800.657.657 ovvero tramite il Contact center INPS/INAIL al numero 803164.

In caso, invece, di acquisto del voucher cartaceo, che sarà reso disponibile dal 19 agosto, le comunicazioni all'INAIL di inizio, variazione, cessazione delle prestazioni vanno effettuate, sempre preventivamente, al fax gratuito numero 800.657.657, ovvero al contact center INPS/INAIL al numero 803164.

 

Allegati:
 Circolare INPS 104/2008[Voucher settore commercio e servizi]74 Kb
 Istruzioni INAIL[Istruzioni dell'INAIL circa i voucher per lavoro occasionale]47 Kb

Trovaci su LinkedIn
Trovaci su Facebook
Seguici