Studio Zanin - Contabilità online - Consulenza del Lavoro online - Rieti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • 1
  • 2
Servizi contabilità online e paghe online

Contabilità

Pronto il modello 730 2009

E-mail Stampa PDF

E' stato pubblicato dall'Agenzia delle Entrate il modello 730/2009 per i redditi del 2008. Anche quest'anno chi utilizzerà questo modello dovrà fare bene attenzione alle date di consegna, anticipate rispetto a quelle dell'Unico. Può presentare il 730 il contribuente che ha un sostituto d'imposta che può fare le operazioni di conguaglio in sua vece, intendiamo quindi generalmente i lavoratori dipendenti e i pensionati.

Le scadenze

Se il sostituto d'imposta ha scelto entro il 15 Gennaio di prestare assistenza fiscale, il contribuente può consegnare dirattamente ad esso il modello 730, ma deve farlo entro il 30 aprile. Se invece il contribuente si rivolge ad un CAF o un professionista abilitato ha tempo fino al 1° Giugno.

I redditi da indicare

I redditi da dichiarare nel modello 730 sono quelli conseguiti nell'anno solare 2008 che appartengono alle categorie di redditi di terreni e fabbricati, redditi di lavoro dipendente (o pensione) e assimilati (come ad esempio l'assegno percepito dal coniuge in caso di separazione legale), redditi di capitale, redditi di lavoro autonomo per i quali non è richiesta la partita IVA (ad esempio lavoro occasionale) e alcuni redditi soggetti a tassazione separata (ad esempio le plusvalenze da vendite fondiarie).

Chi deve presentare il 730

Il lavoratore dipendente o il pensionato che possiede un solo reddito e l'abitazione principale e le eventuali pertinenze, non è obbligato a presentare alcun modello, perché il sostituto d'imposta durante l'anno si preoccupa di effettuare tutte le operazioni di conguaglio relative ai tributi e ai contributi da versare da parte del contribuente. La presentazione del 730 in questo caso è quindi facoltativa, ma serve a recuperare dei crediti d'imposta nel caso in cui durante il 2008 si siano sostenute delle spese detraibili e/o deducibili ai fini fiscali (ad esempio spese mediche, spese di ristrutturazione eccetera). In questo caso avremo un risultato d'imposta a favore del contribuente che, presentando il 730, può percepire la differenza tra le imposte già versate e quelle realmente da versare, già nella busta paga di luglio. Deve invece presentare il 730 (o l'Unico) il contribuente che percepisce più di un reddito o possiede più di una abitazione, a meno che non abbia informato il sostituto d'imposta di tali redditi e quest'ultimo abbia effettuato correttamente le operazioni di conguaglio. 

Le novità del 730/2009

Le novità relative al modello 730 di quest'anno sono le seguenti:

- la possibilità per i nuclei familiari a basso reddito di chiedere il bonus famiglia;
- l'aumento del vecchio limite di 3.615,20 euro per gli interessi pagati sui mutui ipotecari per l'abitazione principale, convertibili nella detrazione Irpef del 19%, che è stato elevato a 4mila euro: questo significa che chi ha pagato 4mila euro o più di interessi sul mutuo avrà diritto a uno sconto Irpef di 760 euro (19% di 4mila euro) con un aumento di 73 euro rispetto al passato;
- la detrazione del 19% per le spese di acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico, entro il limite massimo di spesa di 250 euro;
- l'inclusione del Comune di residenza tra i possibili beneficiari del cinque per mille;
- la possibilità di optare per una differente modalità di tassazione dei compensi percepiti per lavoro straordinario;
- la detrazione del 19% riconosciuta agli studenti universitari fuori sede anche nel caso in cui le spese sono sostenute per canoni relativi a contratti di ospitalità. Lo sconto Irpef spetta per un importo non superiore a 2.633 euro (con un massimo di 500 euro). Per fruire della detrazione delle spese per canoni di locazione pagati dagli studenti, occorre che l'università sia ubicata in un Comune distante da quello di residenza dello studente almeno 100 chilometri e che il Comune di residenza dello studente appartenga in ogni caso a una provincia diversa;
- la possibilità per i docenti di fruire della detrazione del 19% per le spese di formazione e auto aggiornamento;
- la detrazione del 19% sui contributi versati per il riscatto di laurea dei familiari a carico.

Le proroghe

Nel 730 si potrà ancora beneficiare:
- dello sconto Irpef del 55% per le spese di riqualificazione energetica;
- della detrazione Irpef del 36% per le spese di ristrutturazione edilizia;
- della detrazione del 20% per la sostituzione di frigoriferi e congelatori e l'acquisto di motori ad elevata efficienza e di variatori di velocità;
- della detrazione del 19% per le spese sostenute dai genitori per la frequenza di asili nido.
Per le spese di riqualificazione energetica sostenute dal 1° gennaio 2008, sarà possibile ripartire lo sconto del 55% in un numero di quote annuali di pari importo non inferiore a tre e non superiore a dieci, a scelta irrevocabile del contribuente.

Allegati:
 7302009_modello.pdf[Modello 730/2009]229 Kb

Trovaci su LinkedIn
Trovaci su Facebook
Seguici

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I Cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information