Studio Zanin - Contabilità online - Consulenza del Lavoro online - Rieti

  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
  • 1
  • 2
Servizi contabilità online e paghe online

Contabilità

Finanziaria 2009

E-mail Stampa PDF

Ecco le novità più importanti contenute nella Finanziaria 2009 in discussione al Senato.

Autotrasporto, compensazione del contributo al Ssn sui premi Rc (articolo 2, comma 3). La possibilità di portare in compensazione il contributo al Ssn sui premi Rc fino alla concorrenza di 300 euro per ciascun veicolo di massa complessiva non inferiore a 11,5 tonnellate, si applica anche alle somme versate nel periodo d'imposta 2008 ai fini della compensazione dei versamenti effettuati fra il 1° gennaio 2009 e il 31 dicembre 2009. Il limite di spesa è di 75 milioni di euro.


Autotrasporto, deduzione delle spese non documentate (articolo 2, comma 4). Prorogata al periodo d'imposta in corso alla data del 31 dicembre 2008 la deduzione forfetaria di spese non documentate per i trasporti personalmente effettuati dall'imprenditore all'interno del comune in cui ha sede l'impresa, per un importo pari al 35% di quello spettante per gli stessi trasporti nell'ambito della regione o delle regioni confinanti.

Autotrasporto, indennità per trasferte e missioni (articolo 2, commi 17 e 20). Rideterminate, nel limite di 30 milioni di euro, la quota delle indennità percepite nell'anno 2009 dai prestatori di lavoro addetti alla guida, dipendenti dalle imprese di autotrasporto per le trasferte o le missioni fuori dal territorio comunale, che non concorre a formare il reddito di lavoro dipendente; l'importo della deduzione forfetaria relativa a trasferte effettuate fuori dal territorio comunale nel periodo d'imposta in corso al 31 dicembre 2009 al netto delle spese di viaggio e di trasporto. La quota sarà definita da un provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate.

Autotrasporto, prestazioni di lavoro straordinario (articolo 2, commi 18 e 20). Nel limite di 30 milioni di spesa è fissata la percentuale delle somme percepite nel 2009 relative alle prestazioni di lavoro straordinario effettuate da addetti alla guida dipendenti delle imprese di autotrasporto di merci, che non concorre alla formazione del reddito imponibile ai fini fiscali e contributivi. La percentuale sarà stabilita da un provvedimento del direttore dell'Agenzia delle entrate, di concerto con il ministro del Lavoro.

Autotrasporto, tassa automobilistica (articolo 2, commi 19 e 20). Nei limiti di spesa di 40 milioni di euro per il 2009 è riconosciuto un credito d'imposta corrispondente a una quota dell'importo pagato come tassa automobilistica per il 2009 per ciascun veicolo posseduto e utilizzato per attività di autotrasporto, di massa massima complessiva non inferiore a 7,5 tonnellate. La misura del credito per i veicoli di massa massima complessiva superiore a 11,5 tonnellate deve essere il doppio di quella spettante ai veicoli fra 7,5 e 11,5 tonnellate. Il credito è utilizzabile in compensazione, non è rimborsabile e non concorre alla formazione del valore della produzione netta, né dell'imponibile agli effetti delle imposte sui redditi e non rileva ai fini della deducibilità degli interessi passivi, delle spese e di altri componenti negativi diversi dagli interessi passivi. La misura del credito d'imposta sarà definita da un decreto del direttore dell'Agenzia delle entrate.

Cassa integrazione, mobilità, disoccupazione speciale (articolo 2, commi 35-bis, 35-ter e 35-quater). Il ministro del Lavoro è aurorizzato a disporre, di concerto con il ministro dell'Economia, entro il 31 dicembre 2009, trattamenti di cassa integrazione guadagni straordinaria, di mobilità e di disoccupazione speciale, nel caso di programmi finalizzati alla gestione di crisi occupazionali. Trattamenti che possono essere concessi anche per settori produttivi e aree regionali individuate in specifiche intese stipulate in sede istituzionale territoriale entro il 20 maggio 2009, e recepite in accordi governativi entro il 15 giugno 2009. I trattamenti sono concessi a valere sulle risorse del Fondo per l'occupazione, nel limite complessivo massimo di spesa di 600 milioni di euro per il 2009. A tal fine, è destinata agli interventi suddetti quota parte delle risorse previste dall'articolo 68 della legge 144/1999, iscritte sullo stesso Fondo per l'occupazione e finalizzate, ai sensi del Dlgs 226/2005, all'assolvimento del diritto-dovere all'istruzione e alla formazione, anche nell'esercizio dell'apprendistato, per un importo di 150 milioni di euro per il 2009. Tale ultima finalità viene peraltro rifinanziata attraverso l'utilizzo delle risorse del Fondo di rotazione per la formazione professionale e per l'accesso al Fondo sociale europeo, per il medesimo importo di 150 milioni di euro per il 2009. Il ministro del Lavoro è autorizzato a concedere, a decorrere dal 1° gennaio 2009, in deroga alla normativa vigente, ed entro il limite di spesa di 20 milioni di euro a carico del Fondo per l'occupazione, trattamenti di cassa integrazione guadagni straordinaria per la durata di 24 mesi e trattamenti di mobilità al personale dipendente di società di gestione aeroportuale e di società da queste derivate. A decorrere dal 1° gennaio 2009, le imprese del sistema aeroportuale sono tenute al pagamento dei contributi previsti dalla legislazione vigente relativamente a tali trattamenti, compresi quelli relativi all'indennità di mobilità. Questi trattamenti possono essere concessi sulla base di specifici accordi governativi intervenuti entro il 15 giugno 2009, che recepiscono le intese stipulate in sede territoriale e inviate al ministero del Lavoro entro il 20 maggio 2009. Alla copertura dell'onere di 20 milioni derivante da queste misure si provvede mediante corrispondente riduzione del Fondo per gli interventi strutturali di politica economica.

Interventi di ristrutturazione di immobili e di recupero del patrimonio edilizio (articolo 2, comma 15). Proroga per gli anni 2008, 2009 e 2010 della detrazione ai fini dell'Irpef spettante nella misura del 36%: a) delle spese sostenute per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio; b) agli acquirenti o agli intestatari di immobili facenti parte di fabbricati interamente ristrutturati da imprese di costruzione e da cooperative edilizie; c) delle agevolazioni tributarie in materia di recupero del patrimonio edilizio, per quanto riguarda l'imposta sul valore aggiunto. Le agevolazioni spettano anche con riferimento alle spese per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio sostenute nell'anno 2011. La detrazione spetta, inoltre, nel caso di acquisto di immobili facenti parte di fabbricati interamente ristrutturati da imprese di costruzione e da cooperative edilizie, sempre che i lavori siano eseguiti entro il 31 dicembre 2011 e che l'alienazione o assegnazione dell'immobile avvenga entro il 30 giugno 2012.

Trasporto pubblico locale, detrazione Irpef per l'abbonamento (articolo 2, comma 7). Prorogata fino al 31 dicembre 2009 la possibilità di detrarre il 19% delle spese documentate (non più di 250 euro) sostenute per l'acquisto di abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale. Il beneficio spetta anche se la spesa è sostenuta per familiari a carico, sempre entro lo stesso limite. La detrazione Irpef massima è quindi di 47,5 euro.

 

Trovaci su LinkedIn
Trovaci su Facebook
Seguici

I cookies vengono utilizzati per migliorare il nostro sito e la vostra esperienza quando lo si utilizza. I Cookies impiegati per il funzionamento essenziale del sito sono già stati impostati To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information